# Vita ecologica

Sostenibilità ed ecosostenibilità

Nell’ambito del complesso dibattito sullo stato di salute del Pianeta e del suo mantenimento nel tempo, con sempre maggior insistenza viene posta all’attenzione della collettività la necessità dell’adozione di una serie di comportamenti che concorrono alla promozione e partecipazione al processo di sviluppo sostenibile, compatibilmente all’impatto positivo sull’ambiente.

L’importanza della sostenibilità

Nel tempo, infatti, la corsa sfrenata e inarrestabile al progresso tecnologico e allo sviluppo economico su tutti i livelli (locale, nazionale e globale) ha dettato le regole –sconsiderate- dell’utilizzo delle materie prime consumando le limitate risorse della Terra. Nell’ottica, così, di un risanamento del sistema ambientale è di vitale importanza perseguire la strada della sostenibilità e della sua applicazione alla dimensione economica e sociale, oltre che ambientale.

Prendendo in riferimento  il rapporto di Bruntland del 1987  con il quale la Commissione Mondiale delle le Nazioni Unite si pronuncia per la prima volta sulla necessità di cambiare atteggiamento nei confronti del concetto di sviluppo che deve essere sostenibile, emerge che il concetto di sostenibilità è strettamente correlato alla prerogativa di durevolezza in quanto un ecosistema potrebbe considerarsi sostenibile solo se capace di mantenersi nel tempo garantendo inalterato il livello di qualità da generazione in generazione. In altri termini, un uso sostenibile di una risorsa naturale presuppone che il suo prelievo non superi la sua stessa capacità di rigenerarsi.

Nella nostra epoca, invece, si sta vivendo in modo non sostenibile.

Ecosostenibilità_2L’umanità, infatti, ha adottato un modello di sviluppo che ha determinato gravi problematiche all’ambiente attraverso il sovrasfruttamento delle risorse naturali che non riescono a riprodursi con la stessa velocità che richiede il ciclo produttivo e l’utilizzo improprio dei combustibili fossili come petrolio, carbone e gas, risorse destinate ad esaurirsi e che generano inquinamento ambientale, con effetti devastanti sull’intero ecosistema minacciando l’esistenza di animali e piante e la salute dell’uomo. Infatti si allargano sempre più le ricerche medico scientifiche riguardanti le correlazioni tra moltissime patologie, alcune delle quali molto gravi che possono portare perfino al decesso e lo la salubrità dell’ambiente in cui viviamo. E’ ormai noto che l’inquinamento atmosferico e climatico compromettono seriamente le funzionalità respiratorie: non è un caso, infatti, il costante aumento di episodi di bronchiti e attacchi di asma che colpiscono soprattutto i soggetti più fragili come bambini e anziani.

Quali azioni mettere in pratica per una vera sostenibilità?

E’ sempre più opinione comune la necessità di perseguire la strada del processo di sviluppo sostenibile che punta alla gestione e sfruttamento calibrato delle risorse naturali in maniera tale da favorirne il rinnovamento e il mantenimento nel tempo evitandone l’esaurimento a lungo termine assicurandone così l’utilizzo alle generazioni future.

giochi-cartaLo sviluppo sostenibile presuppone il consumo misurato delle materie prime privilegiando le risorse naturali; la progettazione e l’impiego di prodotti riciclabili ; la diminuzione dell’investimento energetico con lo scopo di realizzare il prodotto il più possibile prossimo al km 0 e l’impiego di fonti di energia rinnovabili. Inoltre lo sviluppo sostenibile presuppone necessariamente una concreta sinergia tra le dimensioni economiche e sociali, oltre che ambientali.

Ecosostenibilità_4In questo senso è di significativa importanza la creazione dell’Alleanza Italiana per lo sviluppo Sostenibile ASviS  la cui presentazione alla Camera dei Deputati si è svolta lo scorso 11 marzo. L’Alleanza rappresenta circa 70 tra le principali organizzazioni sociali che si pongono l’obiettivo di accrescere la consapevolezza dell’importanza dello sviluppo sostenibile in tutti i soggetti della società. Nell’agenda sono considerati prioritari l’adeguamento delle scelte politiche e imprenditoriali alle nuove forme di sviluppo e la sensibilizzazione delle varie reti civili a collaborare nel minimizzare l’impatto negativo sull’ambiente.

L’Italia, così, compie un altro passo in avanti nel conseguimento dell’impatto positivo sull’ambiente puntando a migliorare la gestione delle risorse facendone di questo utilizzo intelligente un’opportunità di sviluppo e crescita da tutti i punti di vista: etico, sociale, politico ed economico.

Dalla sostenibilità alla ecosostenibilità

Si evince, così, che non sono solo i soggetti istituzionali e politici ad essere chiamati ad agire in maniera coscienziosa: l’obiettivo della sostenibilità diventa realizzabile solo se la cultura della salvaguardia dell’ambiente viene condivisa da tutti universalmente in quanto abitanti del Pianeta Terra. Infatti ognuno di noi ha la possibilità in tutti gli aspetti della vita quotidiana di poter contribuire  al raggiungimento della sostenibilità ideale mettendo in pratica l’ecosostenibilità .

Vivere in modo ecosostenibile significa comportarsi ed agire in maniera compatibile con l’ambiente come ad esempio ridurre gli sprechi, riciclare e riutilizzare, privilegiare i mezzi pubblici, e l’acquisto di prodotti di stagione, impiegare prodotti ecologici per la casa e la persona.

Per concludere

Essere ecosostenibili non è soltanto la soluzione alla sopravvivenza del Pianeta ma significa vivere meglio; basterebbe sostituire alle cattive abitudini le buone abitudini così da far nascere e crescere le future generazioni  nello spirito della valorizzazione e rispetto di tutto ciò che è Natura.

Se pensate possa essere utile, CONDIVIDETE l’articolo con i vostri amici e contatti e, come sempre, se avete domande o volete maggiori informazioni, potete lasciare un commento o scrivere un’e-mail a info@ecoradar.it  .

Ah, vi ricordo che iscrivendovi alla newsletter potete ricevere consigli e informazioni utilissimi legati all’ambiente e alla ecosostenibilità.