# Energie rinnovabili

Le tegole fotovoltaiche: una nuova tecnologia

Al giorno d’oggi, sempre più edifici vengono costruiti con finalità ecosostenibili, al fine di risparmiare sotto l’aspetto economico e consumare meno energia possibile . In questo ambito, la tecnologia relativa alle tegole fotovoltaiche sta rapidamente prendendo piede. Scopriamo insieme cosa sono e quali benefici possono garantire ad ogni tipologia di edificio.

Cosa sono le tegole fotovoltaiche?

Chi richiede di installare le tegole fotovoltaiche manifesta tutta l’intenzione di rendere la propria casa ecosostenibile  e sicura sotto l’aspetto energetico. Tali prodotti corrispondono a dei semplici pannelli solari, che vengono applicati a bordo di ciascuna tegola o in corrispondenza degli spazi tra l’una e l’altra. Essi sono sintomatici di un’evoluzione che appare inarrestabile nel settore della tecnologia ecologica e nascono per garantire un perfetto connubio di efficienza meccanica, ottime prestazioni e risparmio energetico.

Caratteristiche principali della tecnologia

Diamo ora un’occhiata alle caratteristiche principali delle tegole fotovoltaiche. Queste ultime prevedono una ristrutturazione solo parziale del tetto, a differenza della copertura formata interamente da pannelli fotovoltaici e in grado di trasformare la conformazione del tetto stesso. Le tegole possono essere coadiuvate dai coppi solari, a bordo dei quali chi vuole può scegliere di installare un piccolo pannello fotovoltaico per fare in modo che cresca la loro efficacia. A tutto questo, bisogna aggiungere un impatto stilistico più interessante, con una maggiore somiglianza rispetto ai tetti classici e la totale eliminazione di ogni elemento antiestetico.

Come installare le tegole fotovoltaiche ed usufruirne al meglio

L’installazione delle tegole fotovoltaiche deve essere effettuata seguendo determinati parametri. Come già detto nelle righe precedenti, non è necessario rifare il tetto da zero. Bisogna basarsi su un riquadro di tegole regolari già in funzione, e su queste settare le dimensioni di ciascuno degli elementi fotovoltaici. Si parte col montaggio di supporti posti in maniera parallela e ad una distanza ben precisa l’uno dall’altro. A bordo di questi supporti, vanno inseriti dei binari sui quali bisogna far appoggiare le tegole. Massima attenzione va prestata all’inclinazione nei confronti dei raggi del sole. Quindi, col collante epossidico, bisogna sigillare le tegole per fare in modo che la parte al di sotto del tetto sia duratura e impermeabile. Il collegamento tra i vari pezzi è possibile con l’ausilio di cavi elettrici piuttosto lunghi, connessi a loro volta tramite appositi ponti. Tutto viene congiunto ad un accumulatore che eroga l’energia elettrica in ogni struttura.

Gli elementi in base ai quali scegliere le tegole migliori

Vediamo adesso di cosa bisogna tenere conto quanto si ha l’intenzione di installare tegole fotovoltaiche. Prima di tutto, è necessario prestare massima attenzione ai materiali e alla loro qualità. L’argilla naturale viene considerata come la formula più adatta ad un contesto del genere. Le tegole non devono essere caratterizzate da alcun tipo di additivo industriale o fango, mantenendo la propria conformazione originaria. Infine, è preferibile cercare modelli con pannelli sostituibili in caso di un ulteriore progresso tecnologico. Ciò che conta è trovare un ottimo rapporto tra qualità e prezzo, oltre ad affidarsi ad un marchio riconosciuto ed apprezzato da un ampio bacino d’utenza.

Se pensate possa essere utile, CONDIVIDETE l’articolo con i vostri amici e contatti e, come sempre, se avete domande o volete maggiori informazioni, potete lasciare un commento o scrivere un’e-mail a info@ecoradar.it  .

Ah, vi ricordo che iscrivendovi alla newsletter potete ricevere consigli e informazioni utilissimi legati all’ambiente e alla ecosostenibilità.